mediaset premium abbonamento tv digitale

Mediaset Premium: l’abbonamento e le offerte

Abbonamento Mediaset Premium

Mediaset Premium offre ai suoi clienti la possibilità di scegliere tra numerosi pacchetti pensati sulla base delle esigenze degli utenti.

In ogni pacchetto, infatti, vi sono combinazioni di canali create appositamente per soddisfare ogni tipologia di clientela.
Ma come utilizzare i servizi offerti da Mediaset Premium? A tale proposito, Mediaset Premium offre i propri clienti la possibilità di guardare le trasmissioni sia utilizzando la tecnologia digitale terrestre che la connessione via cavo.

Come sottoscrivere un abbonamento

mediaset premium abbonamento tv digitalePer sottoscrivere un abbonamento Mediaset Premium è sufficiente contattare il servizio clienti disponibile anche a fornire eventuali chiarimenti in merito ad offerte e tariffe o collegarsi al sito internet di riferimento scegliendo la tipologia di pacchetto preferita.

Scegliendo di sottoscrivere l’abbonamento on line, inoltre, è possibile usufruire di vantaggiosi sconti e promozioni che, periodicamente, vengono rinnovati.

Abbonamento a premium calcio

Il pacchetto più apprezzato dagli appassionati di Calcio è, appunto, quello interamente dedicato a tale disciplina sportiva.

Sottoscrivendo tale offerta, i clienti Mediaset Premium hanno la possibilità di guardare le dirette di numerose partite del campionato italiano oltre che di Champions e Europa League e di altri campionati europei.

In ogni caso, prima di sottoscrivere l’abbonamento è necessario tenere presente che non tutte le squadre fanno parte dell’offerta Mediaset Premium e, pertanto, è opportuno informarsi in merito ad eventuali esclusioni.

Cinema

Agli appassionati di cinema, Mediaset Premium offre la possibilità di scegliere un pacchetto interamente dedicato, appunto, ai film.

Sottoscrivendo tale abbonamento, pertanto, i clienti Mediaset Premium hanno la possibilità di guardare prime visioni, film che hanno fatto la storia del cinema e, addirittura, anteprime.

Serie e Documentari

Spazio anche alle serie televisive di successo ed ai documentari nell’offerta di Mediaset Premium: tra le varie offerte, infatti, è possibile scegliere quella interamente pensata per gli appassionati di televisione che non vogliono perdersi nulla della programmazione per adulti e bambini.

Riguardo a tale offerta, è opportuno tenere presente che essa non è sottoscrivibile singolarmente ma è compresa con i pacchetto cinema e calcio.

Bambini

Sottoscrivendo i pacchetti dedicati al calcio ed al cinema è, inoltre, possibile aggiungere la visione di canali interamente dedicati ai più piccoli che, dunque, possono usufruire di numerosi canali tematici creati in base alle esigenze dei vari target.

On-Demand e Premium Play

Oltre ai vari pacchetti, Mediaset Premium offre ai propri clienti la possibilità di usufruire del servizio On-Demand grazie al quale, acquistando decoder e telecomando appositi, è possibile rivedere in qualsiasi momento film e programmi TV e Premium Play che consente di utilizzare i servizi sottoscritti anche da PC e dispositivi mobili.

I migliori marcatori della serie A degli ultimi 15 anni

Il campionato di serie A sta volgendo al termine e tante sono le statistiche che si aggiorneranno alla fine degli ultimi 90 minuti. Una delle più interessanti è quella che vede il giocatore più prolifico dell’intero campionato in gergo conosciuto come “capocannoniere”. Vediamo chi ha vinto l’ambito titolo negli ultimi 15 anni.

2000/2001: Il giocatore che ha segnato più goal fu Crespo, il giocatore arrivo alla Lazio in estate con un acquisto che fece scalpore per la sua “esosità” (110 miliardi), nella stagione segno 26 goal mentre la sua squadra si piazzo 3^

darione hubner al piacenza2001/2002: Il titolo di capocannoniere fu vinto da due giocatori Trezeguet della Juve e Hübner del Piacenza. Entrambi i giocatori si fermarono a 24 segnature. La Juve vinse quell’anno lo scudetto mentre il Piacenza grazie anche alle segnature di Hübner raggiunse una meritata salvezza.

2002/2003: Christian Vieri con 24 goal vinse il titolo di miglior marcatori, “Bobo” militava all’Inter, e la sua squadra quell’anno arrivo seconda, con un totale di 64 goal segnati.

2003/2004: Sempre con 24 goal Shevchenko che militava nel Milan vinse il titolo di capocannoniere, grazie ai suoi goal la squadra rossonera vinse il titolo di campione d’Italia con un “margine importante” sulla seconda classificata.

cristiano lucarelli con la maglia del Livorno2004/2005: Ancora 24 goal, Cristiano Lucarelli porto la sua squadra, il Livorno ad una salvezza tranquilla, Lucarelli lotto fino all’ultima giornata con Gilardino del Parma, caso più unico che raro i due migliori marcatori militavano in squadre di “seconda fascia”.

2005/2006: Questo fu l’anno dello scandalo e che vide la retrocessione della Juve, il titolo di miglior marcatore lo vinse Luca Toni con 31 reti, l’attaccante militava nella Fiorentina anch’essa coinvolta nello scandalo e per la quale furono presi pesanti sanzioni disciplinari (l’anno successivo inizio con 15 punti di penalizzazione)

2006/2007: Mancava la Juve e lo scudetto fu vinto dall’inter, il miglior marcatore fu Totti con 26 goal, la sua squadra giunse seconda dietro la squadra nerazzurra.

Alessandro Del Piero capocannoniere2007/2008: Alessandro Del Piero appena ritornato in A con la Juve. Juventus 3^ e per il “Pinturicchio nazionale” 21 goal, era dal 90 che non si registrava la vittoria del titolo di capocannoniere con un cosi basso numero di goal.

2008/2009: 25 goal per lo svedese Ibrahimović che quell’anno militava nell’Inter, i nerazzurri dominarono il torneo e il suo maggiore attaccante non ebbe problemi a risultare l’attaccante più prolifico.

2009/2010: Di Natale con 29 goal pur giocando nell’Udinese vinse il titolo di capocannoniere, la sua squadra giunse al “limite della retrocessione” ma si salvo. Il giocatore bianconero (sponda Udine) fu capace di goal memorabili e vinse meritatamente il titolo con 7 reti di differenza dal secondo.

2010/2011: Sempre Di Natale con una sola rete in meno rispetto l’anno precedente (28), questa volta l’Udinese ottenne il suo miglior piazzamento (4°) in un campionato vinto dal Milan

2011/2012: Ibrahimović questa volta sponda Milan, 28 centri per lui e secondo posto in classifica generale per la sua squadra, dietro una Juve ritornata “grande” nel panorama nazionale.

2012/13: Cavani del Napoli eguaglia il record di Di Natale del 2010 e con 29 reti e vince il trofeo di miglior marcatore della stagione. Le sue reti portano in alto i partenopei che chiudono il torneo in seconda posizione dietro una Juve inarrivabile.

2013/2014: Ciro Immobile incornicia una stagione da ricordare per la città di Torino, scudetto ai bianconeri e settimo posto con accesso alle coppe europee per la “sponda granata”. Le sue 22 reti gli valgono il titolo di capocannoniere

2014/2015: Tevez è in prima posizione con 20 r, la sua squadra (la Juve) è matematicamente vincitrice dello scudetto, per il titolo capocannoniere ancora i giochi sono aperti.

Fonte: Sportnotizie24

Novità ed anticipazioni di Gianluca Di Marzio sul calciomercato

Commenti ed indiscrezioni di Gianluca Di Marzio sulle ultime novità e trattative in corso.

La settimana calcistica si tinge di novità ed aspettative tutte da scoprire.

Entusiasmanti sono infatti le trattative e le novità in tema di calciomercato che disegneranno le nuove squadre della prossima stagione oltre a presentare le condizioni di partenza delle prossime vittorie e sconfitte.

In particolare negli ultimi giorni molta è l’attenzione del giornalista ed esperto di calciomercato Gianluca Di Marzio e non solo in merito al futuro di Pogba e Tevez, oltre al successore di Mihajlovic ma anche all’italiano ormai espatriato Ciro Immobile.

Il futuro della Juve appeso alle decisioni di Pogba e Tevez.

Ancora incertezze e notizie discordanti per il futuro delle due grandi stelle della Grande Signora.

Quando si parla di calcio mercato negli ultimi giorni non si potrà fare a meno di parlare di Pogba e Tevez, il cui destino interessa molto la Juventus e non solo.

La grande Signora infatti sta già pensando a della alternative nel caso in cui vengano a mancare tali due colonne portanti. Secondo l’esperto Gianluca di Marzio la priorità sarebbe un trequartista. Niente più preferenze per Sneijder però, ma molto più Mkhitaryan ormai fuori al progetto Dortmund o anche Mata, ma la guerra con i grandi club sarà stringente.

Non resta che aspettare di vedere se Pogba partirà alla volta di Parigi, mentre per un nuovo attaccante è decisivo conoscere il futuro di Tevez. Secondo Di Marzio comunque la Juventus sta già pensando a Cavani come probabile successore, ma ci sarà da combattere a fior di milioni.

di-marzio-gianluca

Indiscrezioni su un probabile Paulo Sousa alla Samp.

La panchina di Mihajlovic potrebbe finire nelle mani dell’allenatore Paulo Sousa.

A fine stagione, è già stato anticipato, Mihajlovic lascerà la panchina della Sampdoria, pertanto la squadra blucerchiata è già al lavoro per cercare un degno successore.

Dopo i nomi già sfumati di Ventura e Di Francesco, spunta invece una nuova alternativa ancora da vagliare ovvero Paulo Sousa, già allenatore del Basilea ed ex centrocampista di squadre di grande calibro come Juventus e Inter. Il 44enne portoghese sta facendo un ottimo lavoro nel campionato svizzero, ma la sua partenza potrebbe essere bloccata dal contratto triennale firmato con il Basilea.

Esposito e la sua voglia di Italia.

Il napoletano Ciro è pronto a tornare in Italia dopo appena un anno in Bundesliga.

Dopo una breve esperienza tedesca, per cui Klopp ha lottato contro l’Atletico Madrid pur di averlo, Immobile vorrebbe tornare in Italia anche perché la sua avventura a Dortmund sta deludendo a causa della perdita di impatto della tattica di Klopp. Probabilmente i troppi giocatori forti senza caratteristiche ad accomunarli non riesce più a far volare il Borussia, ma molto pressante è anche la nostalgia di casa nel ragazzo di Torre Annunziata.

Per tale motivo i suoi agenti hanno già cominciato i sondaggi con l’inteno di riportare Ciro nel suo Bel Paese. Si parla di Milan ma anche di Fiorentina.

Ciro però pensa al Napoli in cui vorrebbe giocare con Insigne e vivere nella città che lo ha sempre amato. Non si ha comunque troppa fretta in quanto il giocatore è a conoscenza del fatto che sarà difficile replicare un contratto ricco come quello tedesco.

Fonte: Sport Sky – Gianluca Di Marzio

offerte internet più convenienti

Le migliori offerte Internet ADSL

La linea ADSL

Innanzitutto spieghiamo che l’ADSL è una tecnologia che permette agli utenti di collegarsi a una rete Internet a un’alta velocità, consentendo la trasmissione dati necessaria per tale connessione.

Viene spesso definita connessione a banda larga e il suo scopo è finalizzato all’accesso ad Internet.

offerte internet più convenienti
Funzionamento ADSL

Per il funzionamento e l’utilizzo della linea ADSL è necessario portare il segnale della centrale telefonica nella vostra casa fino a giungere al computer che state usando e tramite il quale volete connettervi a Internet.

Ciò avviene grazie a un cavo, il doppino di rame, sul quale viene trasmesso poi il segnale analogico vocale.

La centrale telefonica passa il segnale attraverso il doppino di rame tramite un apparato elettronico di trasmissione dei dati, il cosiddetto DSLAM.

Questo viene infine collegato al modem ADSL installato nelle vostre case e integrato o nel vostro personal computer o nel router.
Spesso viene utilizzata la fibra ottica al posto del doppino in rame poichè essa copre una distribuzione sul territorio più vasta.

Vari utilizzi della linea ADSL

Diversi sono gli usi e i settori in cui la tecnologia ADSL trova il suo impiego.
Quello più comune è l’uso domestico, per avere la possibilità di scaricare contenuti da Internet, vedere i tuoi film preferiti sui siti in streamoing, ascoltare della buona musica e giocare in rete e condividere file online.

Nel settore aziendale l’utilizzo della linea ADSL è diverso da quello che si fà a casa poichè anche il traffico è equilibrato tra file in entrata e quelli in uscita. Per coloro i quali possiedono più uffici questo è un modo per poter comunicare più facilmente e velocemente poichè facilita lo scambio delle varie informazioni tra le diverse sedi, distanti una dall’altra.

Alcuni dati rilevanti

Per capire quali offerte Internet sono le più convenienti si sono analizzati una serie di fattori presenti in una casa che utilizza la linea Internet veloce, prendendo in esame diverse situazioni ed esigenze.

a)Una coppia senza figli: sicuramente sentirà maggiormente il bisogno di utilizzare una connessione Internet ed effettuerà meno chiamate dal telefono fisso.

b)Una coppia con due figli sui 15 anni:i genitori utilizzeranno quotidianamente Internet mentre i figli lo utilizzeranno sulle due ore settimanali; verranno effettuate sulle venti ore settimanali di chiamate dal fisso.

c)Single meno di trentacinque anni: l’uso Internet sarà giornaliero mentre le chiamate dal telefono fisso saranno pari a zero.

Migliore offerta ADSL

Per andare incontro a tutti e trovare un equilibrio tra tutti i tipi di esigenze (tv, voce e Internet veloce) Sky e Fastweb lanciano una delle migliori offerte Internet grazie alla quale potrai usufruire della linea Internet illimitato veloce e di chiamate a carattere illimitato verso cellulari nazionali e verso i numeri fissi.

Nell’offerta inoltre sarà incluso il grande intrattenimento del mondo Sky con Sky On Demand e My Sky che ti permetterà di guardare tutte le tue serie televisive preferite quando vuoi, comodamente da casa mettendo in pausa o registrare qualsiasi puntata tu voglia. A quanto? Solo con 25€ al mese!

specifiche smartwatch g watch r w 110

LG G watch e G watch R W110: l’evoluzione dello smartwatch

Questi ultimi anni sono stati caratterizzati dalla continua proposta di nuovi modelli di smartphone sul mercato da parte delle diverse case produttrici mondiali; in questi ultimi tempi, invece, a tenere banco sono gli smartwatch, ossia degli accessori che, pur risultando ricchi di funzioni come gli smartphone, presentano il vantaggio di poter essere portati al polso.

LG G Watch: il primo modello di smartwatch proposto da LG

LG G Watch è uno smartwatch dotato di un display quadrato che la casa produttrice coreana ha reso disponibile in due colorazioni: “Black Titan” e “White Gold”.

Ha una cassa molto resistente, realizzata in acciaio inossidabile, e presenta un cinturino in gomma “siliconica”, garanzia di comodità anche in caso di sudore. Il display “Always-ON” permette di utilizzarlo come un vero e proprio orologio, avendo a disposizione l’ora in ogni momento.

L’assenza della tecnologia “AMOLED”, in questo caso, non permette di risparmiare energia, anche se la batteria di lunga durata consente di poterlo impiegare tranquillamente per tutto l’arco della giornata. Inoltre, la ricarica rapida che può essere effettuata in una trentina di minuti permette di averlo sempre pronto all’uso.

Le numerose funzioni del modello LG G Watch e la compatibilità con gli smartphone

La certificazione IP67 lo pone al riparo sia dalla polvere che dall’acqua, potendo anche essere immerso fino ad un metro di profondità per diversi minuti.

Per quanto riguarda la semplicità d’uso, questa è assicurata dalla presenza del sistema operativo “Android Wear”, che permette all’utente di organizzare al meglio le informazioni disponibili. Grazie alle numerose applicazioni a disposizione, inoltre, è possibile espandere il numero di funzioni.

Un altro aspetto importante è la possibilità di utilizzare i comandi vocali; semplicemente pronunciando le parole “Ok Google”, sarà possibile accedere a tale funzione, che consente anche di inviare un messaggio, oppure di salvare in agenda l’orario di un appuntamento.

A rendere LG G Watch un accessorio completo è anche la sua versatilità, dovuta al fatto di essere compatibile con qualsiasi smartphone che si avvalga di Android, a partire dalla sua versione 4.3. Questo rende possibile, ad esempio, visualizzare direttamente sullo smartwatch il percorso da seguire, prendendo le informazioni direttamente dal navigatore “Google Maps” presente sul proprio smartphone.

LG G Watch R W110: simile ad un orologio, ma ad alto contenuto di tecnologia

specifiche smartwatch g watch r w 110Passando allo smartwatch G Watch R W110, una prima differenza che salta subito all’occhio rispetto al modello precedente è la forma della cassa, circolare, che avvicina ancora di più il dispositivo ad un orologio analogico.

L’alto livello di personalizzazione permette di utilizzare tale smartwatch in qualunque situazione; sono presenti, infatti, diverse tipologie di watchfaces, oltre a molte versioni del cinturino. Rispetto all’LG G Watch si dimostra molto più leggero, pesando solamente 62 grammi, apparendo anche più elegante.

Si avvale della tecnologia “P-OLED”, che offre sia un angolo di visuale incredibile che una chiara leggibilità, anche in presenza di molto sole. Un’innovazione che LG ha voluto presentare, a vantaggio di coloro che amano prendersi cura del proprio corpo, è il sensore per il battito cardiaco, attraverso il quale sarà possibile avere sempre sotto controllo i propri allenamenti, anche grazie alla presenza di schede riassuntive.

Ad essere migliorata è anche la batteria, ora da 410mAh (quella del G Watch è da 400mAh), che permette un impiego senza problemi per diverse ore.

algoritmi seo

Performance SEO nel 2014: un anno di profondi cambiamenti

Il 2014, non ci sono dubbi, è stato un anno importantissimo dal punto di vista SEO, un anno che i Webmaster e gli esperti di Web Marketing ricorderanno certamente per lungo tempo.

Nel 2014, infatti, Google ha vissuto dei cambiamenti davvero molto profondi i quali hanno avuto notevoli ripercussioni in ambito SEO: da un lato, infatti, siti web che godevano di un buon posizionamento sono improvvisamente “crollati” all’interno della SERP, dall’altro siti dai contenuti ricchi, originali ed interessanti hanno avuto delle grandi sorprese in questo senso, vedendo così improvvisamente moltiplicarsi il numero di accessi giornalieri.

Panda e Penguin, autentica “rivoluzione SEO”

La vera e propria “rivoluzione SEO” che si è verificata nel 2014 è legata al fatto che durante quest’anno sono “scesi in campo” in modo perentorio, se necessario anche piuttosto severo, i nuovi algoritmi di Google: Panda e Penguin.

Già da diverso tempo Google, per mezzo dei propri canali di comunicazione ufficiali, sottolineava l’importanza di prediligere la qualità dei contenuti ai tecnicismi SEO, ma quest’anno il team di Mountain View non ha fatto davvero nessuno sconto ai siti web che avevano ottenuto un buon posizionamento con furbizia, piuttosto che con qualità.

Panda e Penguin, gli “eserciti” di cui Google si è avvalso nel 2014, sono effettivamente riusciti a garantire al motore di ricerca l’obiettivo prefissato: privilegiare i siti ben costruiti e con contenuti interessanti e penalizzare le “sovraottimizzazioni”, rendendo così le attività di SEO degli interventi più qualitativi, più oculati, meno meccanici, favorendo dunque anche i veri professionisti SEO a scapito di chi ha, relativamente a questo argomento, solo delle conoscenze sommarie.

Un nuovo algoritmo, Google Hummingbird

algoritmi seoOltre a questi due “colossi”, bisogna sottolineare anche l’introduzione, da parte di Google, del nuovo algoritmo Hummingbird: il “colibrì” di Google, questo il significato del suo nome, riesce a proporre all’utente dei risultati perfettamente in linea con i suoi bisogni, valutando in modo molto approfondito la semantica di ogni singola keyword ricercata anche nell’ambito delle cosiddette “ricerche conversazionali“, dunque delle classiche “domande” che l’utente rivolge a Google come se fosse un interlocutore.

Hummingbird, sebbene presenti delle peculiarità molto particolari, è assolutamente in linea con Panda e Penguin a livello di principi generali: qualità, pertinenza e completezza di contenuti sono gli aspetti principali nella valutazione dei vari siti web.

Altre importanti novità nel 2014

Parallelamente a queste grandi novità, nel 2014 Google è stato protagonista anche di altri importanti cambiamenti: il progetto Google Autorship, ovvero l’associazione di un contenuto ad un profilo Google+, è stato definitivamente abbandonato, allo stesso tempo il motore di ricerca ha ammesso la possibilità che dei webmaster scorretti possano eseguire interventi di Negative SEO nei confronti dei propri competitor.

A tal riguardo, il motore di ricerca ha introdotto dei nuovi strumenti tramite cui il webmaster può monitorare, ed eventualmente “rifiutare”, dei link in entrata indesiderati, provenienti da risorse di scarsa qualità.

Dati SEO 2014: risultati molto contrastanti

Se si parla di performance SEO nel 2014, dunque, i dati sono molto contrastanti, nonché particolarmente accentuati: siti web anche piuttosto importanti, i quali però si erano affidati a delle “scorciatoie” dal punto di vista SEO, hanno avuto un bilancio pesantemente negativo e sono stati così costretti a riorganizzare completamente le proprie strategie, in linea con le direttive di Google, al contrario siti web che non hanno mai ceduto alla “tentazione” delle sovraottimizzazioni SEO, e che non hanno mai smesso di curare i propri contenuti, si sono improvvisamente ritrovati ai vertici della SERP.

E’ curioso sottolineare come, nel 2014, siano stati penalizzati anche dei siti di aziende particolarmente importanti, in cui Google ha “smascherato” dei tecnicismi assolutamente mal tollerati da Panda e Penguin, come ad esempio il testo nascosto.

Insomma, il 2014 è stato un anno ricco di novità sul piano SEO, e per garantirsi un posizionamento di livello in Google è sempre più necessario un approccio professionale, esperto e qualitativo.

fonte: agenzia seo svizzera Pro Web Consulting

Il Gruppo di Alta Specializzazione GVM Care & Research

Nascita del Gruppo GVM Care & Research con il Presidente Sansavini

L’imprenditore Romagnolo Ettore Sansavini ha dato vita ad un Network che oggi riveste un ruolo centrale nel campo della sanità privata: si tratta di GVM Care & Research, realtà italiana di primo livello in ambito di Alta Specializzazione.

gvm

Il Network nasce nei primi anni settanta, quando il Presidente Sansavini inizia la sua attività a pieno ritmo in ambito sanitario: è infatti il 1973 quando viene chiamato a dirigere l’allora nascente Clinica di Villa Maria, con sede a Cotignola, in provincia di Ravenna. Proprio da questa struttura inizierà un difficile ma costruttivo percorso, che negli anni vedrà susseguirsi diversi successi, tanto da portare alla creazione di un Gruppo che oggi rappresenta un vero e proprio punto di riferimento per i pazienti di tutta Italia e non solo, continuando attivamente a migliorare le proprie capacità in modo da garantire salute a più alti livelli. Ne è un esempio il recente accordo sanitario tra il gruppo di Ettore Sansavini e San Marino.

Nel corso degli anni, Sansavini è riuscito ad estendere sempre più i propri contatti e a coinvolgere nel suo progetto medici di fama internazionale. In questo modo sempre più pazienti si sono rivolti alla Clinica ed è stato così possibile iniziare a dar vita ad un Network sanitario con più sedi in tutta la Penisola, andando ad interessare diverse regioni, quali ad esempio l’Emilia Romagna, la Toscana, la Puglia e la Sicilia. Si è sempre puntato alla ristrutturazione delle varie strutture ospedaliere, ricercando anche la possibilità di operare ad integrazione dell’attività pubblica.

Tra le varie acquisizioni, si possono citare come esempi Villa Maria Beatrice di Firenze, Primus Forlì Medical Center, Villa Maria Eleonora di Palermo (accreditata con il Servizio Sanitario Nazionale), ed ancora l’ospedale poli-specialistico Villa Maria Pia di Torino, Villa Azzurra di Rapallo, Ravenna Medical Center ed anche la Clinica Privata Villalba di Bologna.

La mission di GVM Care & Research è quella di assicurare un ruolo centrale al paziente: la filosofia dell’assistenza ai massimi livelli è il principio ispiratore di tutta l’attività dei professionisti che lavorano nelle varie strutture del Gruppo e che seguono un vero e proprio Codice Etico. Ciascuna persona che entra in contatto con il personale può contare sulla qualità dell’assistenza sanitaria e sulla professionalità ed il calore umano di tutti gli operatori, oltre a beneficiare di ambienti dotati di tutti i comfort, accoglienti, sani e puliti.

Alta Specializzazione nella Cardiochirurgia

Sin da subito GVM Care & Research ha puntato sull’Alta Specializzazione, in modo tale da potersi differenziare ed offrire prestazioni e servizi sanitari di alto livello ed ancora non presenti sul territorio.

Sono numerosissimi gli ambiti di cui il Network si occupa, ma l’attenzione principale è stata sempre riservata al settore della cardiochirurgia e della medicina cardiovascolare. Esiste un’area di ricerca interamente dedicata alle patologie del cuore, che rappresentano una problematica estremamente grave e delicata, da affrontare attraverso adeguate metodologie ed interventi chirurgici all’avanguardia. Non a caso, le strutture del Gruppo GVM Care & Research hanno investito al massimo sulla ricerca e sull’innovazione tecnologica, al fine da assicurare a tutti i pazienti interventi minimamente invasivi, tempi di recupero più brevi e meno dolorosi.

Benessere Termale e cura della persona

Dal 2003 in poi GVM Care & Research ha voluto ampliare la propria gamma di servizi anche all’ambito della cura della persona attraverso il settore del benessere termale.

terme-di-castrocaro

Si è così realizzata l’acquisizione delle Terme di Castrocaro, insieme al Centro benessere e al Grand Hotel Terme & Spa, offrendo a tutti i pazienti del Gruppo la possibilità di accedere ad un esclusivo comparto raffinato ed elegante, dove potersi curare attraverso i benefici assicurati dalle cure termali.

Le antiche acque termali di Castrocaro, infatti, apportano vantaggi alla salute noti sin dal 1838, anno in cui hanno avuto inizio le cure e la prevenzione attraverso i fanghi a maturazione naturale e soprattutto attraverso le acque salsobromoiodiche e sulfuree, che oggi rappresentano un vero punto di eccellenza per il Gruppo del Presidente Sansavini.

Organizzazione interna del Gruppo

GVM Care & Research può contare su numerose sedi, tutte caratterizzate da una precisa organizzazione interna, che garantisce una linea generale incentrata sull’obiettivo di soddisfare al meglio le aspettative di ogni malato.

Il personale viene responsabilizzato, in modo tale da sentirsi come a casa propria ogni volta che si entra in una delle sedi del Gruppo: il paziente viene infatti seguito passo passo durante tutto il suo percorso, dalla visita, alla diagnosi a tutto l’iter di cura. Anche i familiari dei pazienti possono contare su un’assistenza di prima qualità, grazie all’accoglienza degli ambienti e alla disponibilità del personale nel rispondere ad ogni richiesta o informazione.

L’organizzazione e la pianificazione sono pertanto curate nei minimi dettagli: esiste una vera e propria rete operativa interna, per fare in modo che ciascuna attività sia svolta in ottica di integrazione e collaborazione.

Le linee da seguire sono delineate centralmente e il controllo viene svolto da unità appositamente dedicate, con i propri coordinatori, per ogni area disciplinare.

Anche l’ambito della ricerca è particolarmente curato, soprattutto con riferimento all’area della cardiochirurgia, della cardiologia interventistica e della cardiologia clinica. Vengono effettuate periodicamente teleconferenze, oltre a meeting tenuti almeno una volta l’anno, al fine di intavolare discussioni circa i progetti già realizzati e circa le linee programmatiche da seguire.

fantastico tablet LG

Tablet LG G Pad 8.3 V500 rivoluziona la telefonia mobile

LG G Pad 8.3 V500 è un tablet dalle doti tecnologiche innovative

Panoramica futurista

LG, il colosso internazionale dell’elettronica, rivoluziona il modo d’intendere la tecnologia portatile e la telefonia mobile lanciando sul mercato un tablet dal quoziente d’intelligenza decisamente superiore alla media. LG G Pad 8.3 V500 con cover monoscocca in alluminio è dotato di eleganza innata, grazie alle forme essenziali e lo spessore ridotto al minimo, 8.3 mm per 338 gr di peso.

Leggero e maneggevole, è un tablet creato per conformarsi perfettamente alle esigenze degli utenti anche nelle dimensioni, occupando lo spazio di una tasca, e inglobando la modalità multiutente, con la quale è possibile l’utilizzo condiviso tra più persone ma in completa autonomia di programmi o impostazioni, e in totale privacy. Inoltre il sistema operativo Android 4.4 KitKat offre esclusive funzionalità tutte da scoprire.

LG G Pad 8.3 V500 permette di sperimentare una nuova dimensione dell’esperienza percettiva e sensoriale, il monitor Full HD da 8.3 pollici, infatti, dispone di tecnologia In Plane Switching, che migliora automaticamente l’angolazione e la riproduzione dei colori durante la visione.

Risoluzione ottimizzata di 1920 x 1200 ad altissima densità di pixel per un incredibile effetto dai toni naturalistici, LG G Pad 8.3 V500 riesce ad ottenere immagini nitide e dai colori sgargianti con la doppia fotocamera da 5 megapixel, autofocus e sensore BSI, con una luminosità rinnovata. Condividere contenuti in tutte condizioni meteorologiche o di scarsa visibilità non è mai stato così facile.

Evoluzione delle caratteristiche tecniche

Funzioni e specifiche di base

fantastico tablet LG veloce e scorrevole, perfetto sia per il tempo libero che per il lavoro. Mentre la batteria Smartly Powered da 4600 mAh permette di usare il tablet molto più a lungo fuori casa, superando così il limite di tempo spesso imposto dai dispositivi portatili.

Il tablet di LG comprende l’utile funzione Toc Toc con la quale è possibile attivare e disattivare il display con due semplici tocchi, una volta attivato, grazie alla funzione QPair il tablet mostra sul monitor l’ultima attività o applicazione utilizzata che è possibile riprendere in qualsiasi momento. Non solo, QuickMemo consente di creare e condividere appunti, scritti o disegnati, su tutte le schermate, pronti per essere inviati ad uno smartphone, per una combinazione di periferiche semplice ed organizzata.

LG G Pad 8.3 V500 è dinamico, funzionale e versatile, basti pensare al telecomando universale a raggi infrarossi per tv e lettori DVD o Blu Ray attivabile con la modalità Quickremote, che permette di controllare tutte le periferiche compatibili. Oppure la funzione Smart Share con cui condividere i contenuti multimediali con altri dispositivi presenti nelle vicinanze, solo con un click e grazie alla connessione Wi Fi.

Inoltre il tablet LG G Pad 8.3 notifica chiamate e messaggi provenienti da altri apparecchi permettendo così di gestirli con messaggi di risposta, le possibilità di sincronizzazione sono tantissime. Ma il vero punto di forza di questo prodotto di ultima generazione LG consiste nelle qualità sapientemente combinate di uno smartphone, come la praticità e maneggevolezza, e di un laptop, per stabilità e resistenza, in un mix di sicuro interesse.

scaricare da android

Come si fa per scaricare video da Youtube con Android?

Video youtube su Android?

scaricare da android

Spesso ci si trova nella situazione di voler scaricare dei video da youtube direttamente sul proprio smartphone android, senza quindi dover passare dal pc.
L’operazione può sembrare macchinosa solo all’apparenza, poiché esistono alcune app dedicate a tal scopo che con semplicità consentono di salvare i filmati sul proprio device android. In pochi passaggi il video preferito può essere scaricato e visionato più e più volte offline.

Tubemate

Si tratta di un’applicazione facile e veloce, adatta anche a smartphone entry level e dunque dotati di hardware datato, che con pochi passaggi raggiunge il proprio scopo. Una volta attivata dalle impostazioni la possibilità di installare applicazioni provenienti da sorgenti sconosciute, cioè esterne a Google Play, si scarica l’applicazione direttamente dal sito di Tubemate e la si installa. A questo punto basterà collegarsi a Youtube, selezionare il video di interesse e scaricarlo. Nell’area delle notifiche troveremo conferma dell’avvenuto scaricamento del video. I video possono poi essere trasportati su pc collegando lo smartphone al computer.

Tubegod

Nonostante sia dotato di una interfaccia non troppo chiara, si tratta di una applicazione funzionale che consente di scaricare sia i video, sia la musica direttamente in formato mp3. Una pecca consiste nella presenza di pubblicità in modo abbastanza invadente, ma ciò non inficia il fatto che, superato l’impatto iniziale, Tubegod rappresenti un buon programma utile per i principianti arricchito dalla funzione di non trascurabile importanza che permette di scaricare la traccia audio di un video in formato mp3. Sarà quindi così facile e veloce prelevare le nostre canzoni preferite.

Free di Youtube Downloader

L’applicazione è in inglese e ciò può rappresentare sin da subito un problema. Si tratta di una applicazione all’apparenza semplice, ma che in realtà consente una buona personalizzazione dell’esperienza di utilizzo per via di una serie di opzioni che rappresentano un problema per gli utenti meno esperti e una possibilità per chi chiede qualcosa in più alla app. È possibile ad esempio creare playlist o iscriversi a canali youtube. Oltre alla possibilità di scaricare il video o solo la traccia audio in formato mp3, Free di Youtube Downloader consente facilmente di condividere su Facebook lo scaricamento effettuato.

Droid Youtube Downloader

La veste grafica non particolarmente dettagliata non inganni: si tratta di un’ottima applicazione, estremamente chiara e funzionale, semplice e completa. All’avvio compare immediatamente un campo di ricerca all’interno del quale digitare una parola chiave o una serie di parole al fine di iniziare la ricerca. I risultati derivano sia da youtube quanto da DailyMotion, ma è possibile selezionare o una o entrambe le fonti.

Effettuata la ricerca si può vedere una breve anteprima o procedere allo scaricamento dell’intero video o della sola traccia audio. La velocità di scaricamento è un punto di forza di questa applicazione.
Droid Youtube Downloader risulta essere un buon compromesso tra funzionalità e facilità di utilizzo e, seppur non consenta di accedere ad una vasta gamma di opzione come altre applicazioni, svolge il suo lavoro in maniera egregia. Probabilmente meglio dei concorrenti.

Fonte Tecnoyouth blog Geek

Blog con recensioni da parte degli utenti su prodotti e servizi testati.